18.11.17

Biofficina Toscana: Acqua micellare


Utilizzo l'acqua micellare per struccarmi da circa 5 anni. Mi ricordo di aver cominciato con una travel size di Sephora, poi sono passata a Bioderma e l'ho utilizzato in maniera continuativa finché non mi è preso lo schiribizzo di provare qualcosa di nuovo.
Durante un ordine su EccoVerde mi sono quindi orientata su questa di Biofficina Toscana ai frutti rossi.
Prima dell'acqua micellare utilizzavo olio di cocco e un pannetto in microfibra (che comunque continuo ad utilizzare di tanto in tanto), e prima ancora il latte struccante, che ho sempre detestato.
Credo che sia stata una bella rivoluzione l'introduzione dell'acqua micellare, io mi ci trovo divinamente e credo che rimarrà il mio metodo preferito in assoluto per struccarmi.

L'acqua micellare ai frutti rossi di Biofficina Toscana è ideale per pelli sensibili e anche per struccare gli occhi in quanto senz'alcool.
Al suo interno contiene Rubiox, un principio attivo derivante dai frutti rossi, brevettato, con azione antiossidante, protettiva e lenitiva. Troviamo inoltre l'acqua di fiordaliso, il pantenolo e tensioattivi vegetali derivanti da oli di oliva, girasole, cotone e mandorle ed infine estratto biologico di menta.

L'acqua si presenta di color giallo caldo, con una profumazione piuttosto marcata e dolce di frutti rossi, ma comunque non stucchevole e non permanente sulla pelle. Quella di frutti rossi non è una profumazione che mi piace in linea generale, ma questa comunque non infastidisce minimamente. Personalmente sebbene il risciaquo del viso non sia necessario, è un passaggio che non salto mai perché solo così riesco ad avere una sensazione di viso effettivamente pulito.

Ma strucca? Sì strucca, ed anche bene! Personalmente riesco a togliere con un solo dischetto e poche gocce, tutto il trucco dal viso senza lasciar residui. Effettivamente è estremamente delicata come prodotto e non mi ha mai dato alcun problema di rossore o bruciore al viso.
Discorso a parte per quanto riguarda invece gli occhi. Sebbene sia indicata come adatta allo struccaggio di questi, ed effettivamente riesca a togliere mascara o eyeliner senza troppi problemi, tendo a non utilizzarla in quell'area. La motivazione è semplicemente perché se malauguratamente ne finisce un po' all'interno dell'occhio, mi brucia terribilmente! Dopo pochi utilizzi ho quindi deciso di limitarla al viso e tornare ad un bifasico per la zona perioculare.

Dopo il suo utilizzo la pelle del viso mi richiede di risciacquarla, perché sebbene non dia una sensazione di appiccicoso o unticcio, io la percepisco ugualmente, e poi perché ritengo che a prescindere dopo lo struccaggio sia necessario utilizzare un detergente per terminare la pulizia della zona del viso e del collo.


Voi che metodo preferite per lo struccaggio? Avete un prodotto del cuore? E questo lo conoscete?

Ciao!
S.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Biofficina Toscana: Acqua micellare


Utilizzo l'acqua micellare per struccarmi da circa 5 anni. Mi ricordo di aver cominciato con una travel size di Sephora, poi sono passata a Bioderma e l'ho utilizzato in maniera continuativa finché non mi è preso lo schiribizzo di provare qualcosa di nuovo.
Durante un ordine su EccoVerde mi sono quindi orientata su questa di Biofficina Toscana ai frutti rossi.
Prima dell'acqua micellare utilizzavo olio di cocco e un pannetto in microfibra (che comunque continuo ad utilizzare di tanto in tanto), e prima ancora il latte struccante, che ho sempre detestato.
Credo che sia stata una bella rivoluzione l'introduzione dell'acqua micellare, io mi ci trovo divinamente e credo che rimarrà il mio metodo preferito in assoluto per struccarmi.

L'acqua micellare ai frutti rossi di Biofficina Toscana è ideale per pelli sensibili e anche per struccare gli occhi in quanto senz'alcool.
Al suo interno contiene Rubiox, un principio attivo derivante dai frutti rossi, brevettato, con azione antiossidante, protettiva e lenitiva. Troviamo inoltre l'acqua di fiordaliso, il pantenolo e tensioattivi vegetali derivanti da oli di oliva, girasole, cotone e mandorle ed infine estratto biologico di menta.

L'acqua si presenta di color giallo caldo, con una profumazione piuttosto marcata e dolce di frutti rossi, ma comunque non stucchevole e non permanente sulla pelle. Quella di frutti rossi non è una profumazione che mi piace in linea generale, ma questa comunque non infastidisce minimamente. Personalmente sebbene il risciaquo del viso non sia necessario, è un passaggio che non salto mai perché solo così riesco ad avere una sensazione di viso effettivamente pulito.

Ma strucca? Sì strucca, ed anche bene! Personalmente riesco a togliere con un solo dischetto e poche gocce, tutto il trucco dal viso senza lasciar residui. Effettivamente è estremamente delicata come prodotto e non mi ha mai dato alcun problema di rossore o bruciore al viso.
Discorso a parte per quanto riguarda invece gli occhi. Sebbene sia indicata come adatta allo struccaggio di questi, ed effettivamente riesca a togliere mascara o eyeliner senza troppi problemi, tendo a non utilizzarla in quell'area. La motivazione è semplicemente perché se malauguratamente ne finisce un po' all'interno dell'occhio, mi brucia terribilmente! Dopo pochi utilizzi ho quindi deciso di limitarla al viso e tornare ad un bifasico per la zona perioculare.

Dopo il suo utilizzo la pelle del viso mi richiede di risciacquarla, perché sebbene non dia una sensazione di appiccicoso o unticcio, io la percepisco ugualmente, e poi perché ritengo che a prescindere dopo lo struccaggio sia necessario utilizzare un detergente per terminare la pulizia della zona del viso e del collo.


Voi che metodo preferite per lo struccaggio? Avete un prodotto del cuore? E questo lo conoscete?

Ciao!
S.

Share This Article:

, , ,

CONVERSATION

0 commenti :

Posta un commento