15 lug 2013

Undress me too - MUA


A grandissima richiesta (quale?!?) ecco la recensione sulla palettina dupe della Naked 2 di UD: la Undress me too.
Ho fatto un mesetto (o forse di più) fa circa un ordine da mua, approfittando del fatto che ogni due prodotti acquistati il terzo era omaggio, per comprare le tre palette a cui giravo intorno da un po'. Questa, la glitterball e la Heaven & Earth. Di queste due vi parlerò più avanti, oggi soffermiamo la nostra attenzione su quella che, assieme alla prima uscita, la Undress, è diventata famosissssima perché dupe di due palette ancora più famose.
Io possiedo la prima Naked, quindi mi è sembrato assurdo comprare il dupe, però non volendo spendere 45€ per una palette che non mi ispirava se non per un paio di colori, ho deciso di optare per la cuginetta economica. Ebbene sì, a me la naked 2 non ispira. Per nulla.
Info velocissime: questa, a differenza delle altre ha il packaging di plastica bianca e le cialdine presentano un nome, cosa che mi è piaciuta particolarmente.
Vediamo prima i colori e poi vi parlo delle mie impressioni ok?

Vi lascio velocemente agli swatch e poi vediamo cosa ne penso.

Considerazioni: la palette è composta da colori prevalentemente shimmer e tutti estremamente luminosi, tre soltanto sono gli ombretti opachi: 3Naked, Lavish e Corrupt, rispettivamente un color burro (evviva! evviva! l'ho tanto cercato), un taupe e un classico nero. Colori opachi a parte che hanno una scrivenza non eccellente, quella degli altri è davvero ottima. Il nero è quello con scrivenza peggiore, per fare lo swatch ho dovuto fare due passate belle abbondanti e il colore ancora non risulta pienissimo.
Le cialde sono un po' polverose, e ancora una volta sono migliori quelle shimmer, ma la cosa non è fastidiosa e non ho mai avuto fall out durante l'applicazione, quindi è qualcosa su cui si pò sorvolare tranquillamente.
La durata, con un primer è eccellente, al pari di altri ombretti di costo nettamente superiore; senza primer tendono a sbiadire un po' con il passare delle ore, ma senza mai scomparire.

Non avendo la naked 2 non posso paragonarla ma vi lascio un paio di link dove viene fatto il confronto, e da quel che ho potuto vedere questa palette può tranquillamente sostituire quella di UD, ovviamente con la dovuta consapevolezza che questa costa un decimo. Vi consiglio quindi di dare un'occhiata QUI e QUI, sperando che possa esservi utile la comparazione.

Non credevo l'avrei sfruttata così tanto, invece utilizzo almeno un colore in tutti i trucchi che creo ed è compagna fissa, nel beauty, nelle mie trasferte verso casa del moroso. La varietà di colori infatti permette di creare trucchi estremamente naturali e trucchi più strong.
Le palette MUA sono state per me una vera rivelazione e non posso che consigliarvi di provarne almeno una. A partire da questa, che addoro!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...