07 mag 2013

Prodotti terminati: Aprile 2013

Sono una persona cattiva lo so. Trascuro il mio blog, ormai raramente passo dai vostri a commentare e i pochi post che pubblico di tanto in tanto li scrivo durante i miei viaggi verso l'uni o verso casa. Gratto qualche minuto dal pochissimo tempo libero che ho. Purtroppo devo studiare perr un esame lungo oltre che difficile, e nel frattempo avere il tempo di presenziare a comunioni e compleanni (che in questo periodo sono tantissimi!).
Premesso ciò, è arrivato il tempo di vedere i prodotti che sono riuscita a terminare nel mese di aprile. Non sono tantissimi, avrei preferito fossero in numero nettamente maggiore, ma non mi lamento e spero di fare un po' meglio nel mese che ci sta accompagnando da ormai qualche giorno.


  1. Shampoo secco Batist- questo è il primo prodotto della categoria che ho provato (ora ne ho comprato uno della Testanera se non erro), l'ho preso principalmente per provarlo e devo dire che effettivamente mi è tornato utile. Faccio la doccia ogni due giorni e lavo sempre i capelli, quindi li ho sempre puliti e freschi, però ci sono dei giorni in cui i fattori vento, umidità e smog giocano un brutto scherzo e i capelli appaiono da lavare anche se ciò è stato fatto il giorno prima. Ecco allora che utilizzo questo prodotto che mi permette di ravvivare un po' i capelli e renderli accettabili per un quella giornata, in vista poi del lavaggio.
  1. Shampoo Sunsilk – lo scorso mese se non erro avevo terminato il balsamo, questa volta è stato il turno dello shampoo. Li ho recensiti un bel po' di tempo fa; tirando le somme posso dire che sì mi sono piaciuti ma non credo che li utilizzerei nuovamente perché sebbene come prodotto sia molto buono, l'odore è qualcosa che inizialmente ho adorato e sono finita per detestare.
  1. Latte detergente Clinians – anche in questo caso dovrei aver finito il mese scorso il fratellino, ossia il bifasico. Questo latte detergente non so nemmeno io quante volte l'ho già ricomprato, mi piace da impazzire! Strucca e deterge a fondo rimanendo comunque molto delicato e affatto aggressivo. Inutile dire che probabilmente lo ricomprerò per l'ennesima volta.
  1. Maisenza Lush – che tu sia maledetto signor Lush, che prima crei un prodotto che non si può non amare e poi ce ne privi così barbaramente. E per giunta lo chiami MAISENZA! Oltre al danno la beffa, siete anche voi indignate come me, vero? Detto questo mi unisco al coro di usignoli che ne decantano pregi e virtù. Mi piace perché pulisce, esfolia dolcemente e profuma di ammoreh. Ovviamente sono stata previdente, e sebbene sia riuscita a reperirlo piuttosto recentemente mi sono premurata di prenderne una seconda confezione prima che diventasse ufficialmente introvabile. Se non fosse che a fine mese scade lo centellinerei. Ah! Se mai dovesse esistere un Paradiso, sono sicura che avrebbe il suo profumo.
  1. Dischetti Cotoneve antibatterici – li ho ricevuti secoli fa, termino l'ultima confezione e poi giuro che ve ne parlo!
  1. Altri dischetti di cotone a caso – sono molto morbidi, ma purtroppo si sfaldano con una facilità incredibile e ho finito per terminarli utilizzandoli per togliermi lo smalto.
Nel mese scorso ho continuato il mio smaltimento di campioncini, purtroppo però non ho il tempo di fare come le scorse volte raggruppandoli in un post a parte e fare una speedy review, quindi ve ne parlerò brevemente qui per la giuoia e il gaudio di chi è affezionato alle mie blatere.
  1. Maschera Montagne Jeunesse- questa maschera aromaterapica l'ho odiata. Dovrebbe profumare di lavanda ma in realtà somiglia più a qualcosa di non ben definito. Di per sé poi non ha effetti particolari, dopo averla fatta la pelle è sì leggermente più morbida ma meh. Non la ricomprerò.
  1. Talco liquido Helan – quando ho letto talco liquido mi sono estasiata, ero curiosa di sapere che diavoleria potesse mai essere, per di più profumata alla violetta (che adoro!). Una volta utilizzato il prodotto però mi sono resa conto che si trattava di un banalissimo latte corpo profumato ad un fiore che sicuramente non è violetta. Inoltre è davvero liquidissimo e la cosa non mi è piaciuta. Ah, non idrata un granché.
  1. Crema-gel all'argilla bianca – non è la prima volta che provo un campioncino di questo prodotto, mi piace perché è leggera, idratante ma non unge e la trovo adatta per le pelli miste/grasse. Ideale sopratutto per l'estate.
  1. Trattamento contorno occhi Collistar: è una crema molto fresca ma purtroppo non sufficientemente idratane per i miei gusti.
  1. Thermal Fix Yeux Vichy: questa crema non mi è piaciuta per lo stesso motivo della precedente, non idrata abbastanza per il mio contorno occhi sempre secchissimo.
  1. Olio trattante all'olivello spinoso Weleda: ho utilizzato tre campioncini di questo olio e mi è piaciuto moltissimo. L'ho usato principalmente intorno alle cuticole al momento della manicure, le rende morbidissime e idratate.
  1. Siero contorno occhi Ginger Care: altra crema occhi che se è possibile mi è piaciuta meno delle altre provate. Dopo pochissimi giorni la crema si è separata dalla parte oleosa e l'ho quindi buttata dopo poco più di 2/3 giorni di applicazione.

Ragazze questo è quanto. Ci provo ad essere più presente ma è proprio il periodo sbagliato. Cercherò di scrivere quanto prima il post sui prodotti preferiti di aprile.
Spero a presto! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...