12.12.12

Resina epilatoria naturale Epiltech

Ci sono moltissime correnti di pensiero per quanto riguarda la depilazione. C'è quella che sceglie il rasoio, economico, veloce ma con una durata brevissima, c'è chi fa la ceretta, più duratura ma dolorosa e spesso causa di follicoliti, peli incarniti e irritazioni, poi ci sono quelle che non si fanno spaventare dal costo e fanno la depilazione permanente e infine quelle che utilizzano l'epilatore elettrico, che però favorisce la crescita di peli incarniti.

Insomma, ci sono così tanti metodi che non si sa mai quale usare!
Per questo quando ho scoperto dell'esistenza di questa resina naturale ne sono rimasta particolarmente colpita!
Ho avuto la possibilità di provare questo prodotto grazie al sito: http://www.devacosmetica.it/ e ne sono stata davvero felice.
Si presenta in un barattolo in latta con due coperchio, uno in plastina e l'altro in metallo che va rimosso subito. Quello in plastica si potrà riutilizzare per conservare al meglio la nostra resina.

La particolarità di questa resina, che la distingue dalla ceretta è che non richiede uno strappo risultando quindi molto più delicata. Inoltre, cosa che a me è piaciuta molto è che è utilizzabile su qualsiasi parte del corpo vista la sua delicatezza, anche sul viso, e non favorisce la fuoriuscita dei capillari, problema che mi si è manifestato sulle cosce a causa della normale ceretta e che mi ha costretta a non farla più in quella zona.

Innanzitutto vi lascio qui l'inci:
La resina andrebbe scaldata a 40°C nell'apposito fornelletto, ma io non avendolo ho optato per il classico bagnomaria. La si spalma poi con la spatolina in legno, che altro non è che l'abbassalingua medico.
Va stesa nel verso del pelo, come una normalissima cera, si aspetta che inizi a solidificarsi e la si rimuove nel verso contrario dei peli. Basta sollevare i lembi e il gioco è fatto, si rimuove molto facilmente.
Consiglio, durante la rimozione, di rimanere il più possibile vicino alla pelle.
Se rimangono residui di resina si toglieranno con facilità sollevando gli angoli con l'unghia.
Io ho deciso di provare la prima volta sulle braccia e il risultato mi ha lasciata davvero soddisfatta, non arrossa la pelle tanto quanto la ceretta, in quanto si attacca solo ai peli, non ho riscontrato nessuna irritazione e il dolore è stato davvero lieve.

Inizialmente alzavo il bordo e strappavo contropelo, mi sono poi accorta che mi trovavo meglio arrotolando la cera facendo quindi piccoli e veloci strappi. Non so se mi sono spiegata: invece di prendere tra le due dita il bordo e tirare, ho con la punta delle dita letteralmente arrotolato su se stessa la crema.
Così facendo la mia pelle si è irritata molto di meno e il dolore è stato ancora più lieve.
Spero che dalla foto si riesca a capire maggiormente!

 Come vedete subito dopo aver tolto la resina, il braccio (che in foto pare un cotechino), presenta solo un lieve rossore che dopo pochi secondi è svanito.
 Nonostante fosse la prima volta che provavo questo prodotto (solitamente utilizzo la ceretta con il rullo o il silk èpil), mi sono trovata molto bene e non è stato affatto difficoltoso nè macchinoso, come invece credevo.
Sicuramente tutto sarebbe stato più semplice se avessi avuto il fornelletto apposito, ma se sono riuscita io, e non ho nemmeno sporcato qua e là come invece temevo, credo che ci possiate riuscire tutte!

Conoscevate questa resina?
L'avete già provata?

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Resina epilatoria naturale Epiltech

Ci sono moltissime correnti di pensiero per quanto riguarda la depilazione. C'è quella che sceglie il rasoio, economico, veloce ma con una durata brevissima, c'è chi fa la ceretta, più duratura ma dolorosa e spesso causa di follicoliti, peli incarniti e irritazioni, poi ci sono quelle che non si fanno spaventare dal costo e fanno la depilazione permanente e infine quelle che utilizzano l'epilatore elettrico, che però favorisce la crescita di peli incarniti.

Insomma, ci sono così tanti metodi che non si sa mai quale usare!
Per questo quando ho scoperto dell'esistenza di questa resina naturale ne sono rimasta particolarmente colpita!
Ho avuto la possibilità di provare questo prodotto grazie al sito: http://www.devacosmetica.it/ e ne sono stata davvero felice.
Si presenta in un barattolo in latta con due coperchio, uno in plastina e l'altro in metallo che va rimosso subito. Quello in plastica si potrà riutilizzare per conservare al meglio la nostra resina.

La particolarità di questa resina, che la distingue dalla ceretta è che non richiede uno strappo risultando quindi molto più delicata. Inoltre, cosa che a me è piaciuta molto è che è utilizzabile su qualsiasi parte del corpo vista la sua delicatezza, anche sul viso, e non favorisce la fuoriuscita dei capillari, problema che mi si è manifestato sulle cosce a causa della normale ceretta e che mi ha costretta a non farla più in quella zona.

Innanzitutto vi lascio qui l'inci:
La resina andrebbe scaldata a 40°C nell'apposito fornelletto, ma io non avendolo ho optato per il classico bagnomaria. La si spalma poi con la spatolina in legno, che altro non è che l'abbassalingua medico.
Va stesa nel verso del pelo, come una normalissima cera, si aspetta che inizi a solidificarsi e la si rimuove nel verso contrario dei peli. Basta sollevare i lembi e il gioco è fatto, si rimuove molto facilmente.
Consiglio, durante la rimozione, di rimanere il più possibile vicino alla pelle.
Se rimangono residui di resina si toglieranno con facilità sollevando gli angoli con l'unghia.
Io ho deciso di provare la prima volta sulle braccia e il risultato mi ha lasciata davvero soddisfatta, non arrossa la pelle tanto quanto la ceretta, in quanto si attacca solo ai peli, non ho riscontrato nessuna irritazione e il dolore è stato davvero lieve.

Inizialmente alzavo il bordo e strappavo contropelo, mi sono poi accorta che mi trovavo meglio arrotolando la cera facendo quindi piccoli e veloci strappi. Non so se mi sono spiegata: invece di prendere tra le due dita il bordo e tirare, ho con la punta delle dita letteralmente arrotolato su se stessa la crema.
Così facendo la mia pelle si è irritata molto di meno e il dolore è stato ancora più lieve.
Spero che dalla foto si riesca a capire maggiormente!

 Come vedete subito dopo aver tolto la resina, il braccio (che in foto pare un cotechino), presenta solo un lieve rossore che dopo pochi secondi è svanito.
 Nonostante fosse la prima volta che provavo questo prodotto (solitamente utilizzo la ceretta con il rullo o il silk èpil), mi sono trovata molto bene e non è stato affatto difficoltoso nè macchinoso, come invece credevo.
Sicuramente tutto sarebbe stato più semplice se avessi avuto il fornelletto apposito, ma se sono riuscita io, e non ho nemmeno sporcato qua e là come invece temevo, credo che ci possiate riuscire tutte!

Conoscevate questa resina?
L'avete già provata?

Share This Article:

, ,

CONVERSATION

0 commenti :

Posta un commento