17 ago 2012

Nuovo bronzer Rimmel

Buongiorno a tutte, continuo a essere piuttosto assente (o meglio, presente a singhiozzo), sul blog per il semplice fatto che dopo essere tornata dalle vacanze sono partita per la volta della casa del moroso, casa in cui sono tutt'ora. Per fortuna avevo creato un paio di bozze che avrei voluto terminare di scrivere e pubblicare prima di partire, quindi ne approfitto per finirle e pubblicarle in questi giorni, così da riuscire ad essere presente e portarmi un po' avanti, visti i numerosi post in ritardo che ho.
Mi scuso inoltre con Federica *CLICK*, per il ritardo di pubblicazione della nostra rubrica settimanale con i tre prodotti pià utilizzati, ma proprio ultimamente ho davvero pochissimo tempo!

Dopo questo sproloquio iniziale parto con l'articolo vero e proprio; non sono una grande amante dei bronzer, e lo si capisce dal fatto che questo è il secondo che acquisto, e che il primo, comprato anni fa, ancora non l'ho terminato!
L'ho preso perché ho semplicemente voluto approfittare di un'offerta presente alla Coin, che mi permetteva di avere con 5,90€ terra e kabuki.
Credo di non aver mai fatto un acquisto peggiore, innanzitutto il pennello è qualcosa di indicibile in quanto a qualità. Perde setole come se non ci fosse un domani, ma su questo potrei anche chiudere un'occhio, il problema, oltre alla terribile puzza plastica, è che perde colore. Ma attenzione, non le setole non schiariscono, non perde quel marroncino, perde colore giallo, e nemmeno un giallino timido, no no, l'acqua mi diventa color cedrata (non so se avete presente).
Non voglio nemmeno immaginare il perché perda tutto questo colore, quel che è certo è che è palese che abbia una qualità infima, se di qualità vogliamo parlare.

Per quanto riguarda la terra, ammetto di aver sbagliato io nella scelta della tonalità. Io ho infatti preso quella più chiara, ma forse avrei dovuto prendere la tonalità numero 2, in quanto questa risulta effettivamente troppo chiara per me e quindi poco visibile.
Innanzitutto, come potete vedere si presenta di tre colori, i due più esterni sono la terra vera e propria, il colore azzurro centrale è la polvere di zaffiro, che sinceramente non ho ben capito a cosa possa servire.
La scrivenza inoltre è piuttosto scarsa e il prodotto risulta decisamente molto polveroso, tant'è che non essendo matte, applicandola sul viso potete rischiare di ritrovarvi microglitter ovunque sul vostro viso, dando poi lo stesso effetto di una disco lamp, non so se mi spiego --> *CLICK*

Io devo dire che non faccio mai il contouring, dal momento che ho già i lineamenti piuttosto marcati e se li enfatizzassi maggiormente sembrerebbe che ho il viso tutto spigoloso. La terra però tendo ad utilizzarla in estate con l'abbronzatura a mo' di blush, in quanto trovo che in questo modo il colorito abbronzato venga esaltato maggiormente. Scelgo poi finish shimmer (come in questo caso), per aggiungere un effetto glow, che a mio parere risulta molto carino.
Applicandola in questo modo però, per renderla visibile, essendo poco scrivente e chiara, sono costretta ad abbondare, ma come ho detto sopra la polverosità non me lo permette; ho quindi trovato un piccolo escamotage: la applico dopo il blush pesca, per renderlo bello luminoso.
Così facendo devo dire di essere riuscita a trovare un utilizzo accettabile anche per questo prodotto, che altrimenti sarebbe stato inutilizzato.

In definitiva: prodotto sconsigliato che non lo ricomprerei (il pennello nemmeno sotto tortura!).





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...