09 gen 2012

Beauty tip: fondotinta

Immagine presa dal web
Oggi voglio inaugurare una nuova sezione, in cui prenderò in esame i vari prodotti di make up e ne analizzarò tipologie, differenze e modi di applicazione, sperando che possa esservi utile, sopratutto a coloro che hanno avuto un approccio al make up solo di recente.

È indiscutibile che il fondotinta sia uno dei prodotti base della cosmetica. Uno tra quelli fondamentali che pregiudicano la buona riuscita (o meno) di un make up.
Oggi voglio parlarvene nello specifico, dandovi anche qualche consiglio per la fase d'acquisto, sperando che lo riteniate utile. La funzione principe del fondotinta è di uniformare il colorito della pelle del viso, camuffando e nascondendo eventuali imperfezioni.
La scelta del fondotinta è tanto importante quanto difficile, non solo per la scelta del colore a noi più congeniale (a volte un'impresa davvero titanica), ma anche per la formulazione, per la texture, il modo di applicazione, il finish che promette e tante altre varianti.
Iniziamo un attimo ad analizzare le varie tipologie di fondi presenti sul mercato.
  • Fondotinta liquido: sono quelli più comuni e possono essere utilizzati pressoché da tutti in quanto ne esistono di diverse formulazioni e tipi a seconda del tipo di pelle. L'applicazione è possibile mediante l'uso delle mani, di una spugnetta (umida o asciutta) o dell'apposito pennello.
  • Fondotinta in crema: è molto coprente e particolarmente adatto a chi ha pelli secche. In questo caso per una buona applicazione il consiglio è di utilizzare la spugnetta asciutta o umida. Si presenta in cialda o stick (molto pratico se ci si trucca spesso fuori casa).
  • Fondotinta in polvere compatta: va bene per tutte le tipologie di pelle e non necessita nemmeno di cipria in quanto ha già di suo un effetto mattificante. La coprenza varia molto, ma la maggioranza è comunque medio-alta. L'applicazione varia a seconda della coprenza che si vuole ottenere: applicato da asciutto con un piumino, spugnetta o pennello a setole morbide (tipo cipria), l'effetto sarà molto leggero; applicato bagnato con una spugnetta umida la coprenza sarà maggiore.
  • Fondotinta minerale: introdotto sul mercato da non tantissimi anni, sta spopolando parecchio, in quanto essendo composto esclusivamente da polveri finissime naturali, non è comedogenico e lascia un effetto molto naturale. La coprenza è medio-bassa e per l'applicazione è consigliato l'utilizzo di un pellenno tipo kabuki con setole morbide ma molto fitte. Va bene per tutti i tipi di pelle ma lo eviterei con una pelle particolarmente secca.
  • Fondotinta spray: è un prodotto abbastanza recente e si tratta di una vera e propria bomboletta con all'interno il fondotinta, da nebulizzare sul viso. La coprenza non è altissima ed è consigliato soprattutto a coloro che hanno paura di creare macchie di colore sul viso.
  • Crema colorata: non è un vero e proprio fondotinta in quanto si tratta per lo più di una crema viso con dei pigmenti colorati all'interno. La coprenza è molto blanda rispetto al fondo vero e proprio ed è consigliata magari alle più giovani o a coloro che vogliono solo donare un leggero colorito al viso.

Bene, analizzati i vari tipi di fondo e deciso quale fa più al caso nostro, tocca ora passare alla fase più complicata, ossia la scelta del colore. Innanzitutto è fondamentale tener presente che il fondotinta NON serve per dare colore al viso, per quello ci pensano blush e terra, serve invece per uniformare al meglio l'incarnato, coprendo varie discromie e difetti, senza cambiare il nostro colore di pelle!
È importante, di conseguenza, saper scegliere il colore che più si avvicina al nostro colore di pelle; ci sono alcuni piccoli trucchetti che potranno aiutarci nella scelta.

Una cosa che è utile tenere a mente è che la nostra pelle tende sempre ad un colorito giallo o rosato, per capire qual'è il sottotono basta avvicinare un cartoncino rosa pescato o giallo arancio al nostro viso sotto una luce naturale e vedere con quale dei due il nostro viso risalta, “si illumina”. Se vi stanno bene entrambi i colori siete fortunate, avete un sottotono neutro e la scelta sarà molto più semplice! Bene, trovato anche il nostro sottotono, non ci resta altro da fare che cercare una colorazione che abbia toni più o meno simili al nostri e fare una prova applicandone un po' sulla mascella nel punto più vicino al collo e guardandovi allo specchio per vedere se si creano particolari stacchi di colore. Mi raccomando, evitate di specchiarvi sotto le luci della profumeria in quanto sfalsano molto i colori, piuttosto avvicinatevi alla porta o addirittura andate fuori un attimo: solo in questo modo avrete una chiara percezione del colore!

Per quanto riguarda l'applicazione, partite sempre con poco prodotto e man mano aggiungetene fino al risultato desiderato, inoltre per la stesura partite sempre dal centro del viso sfumando verso l'esterno per bene. Dopo l'applicazione per fissare il tutto è importante non dimenticare di applicare una cipria, meglio se opacizzante.

Scusate se mi sono dilungata eccessivamente, spero si esservi stata utile, se avete qualche consiglio da aggiungere o volete farmi un appunto scrivetemi pure un commento qui sotto, mi fa sempre piacere!
Sara.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...